cosa fare






CULTURA

museoMUSEO ETNOGRAFICO DELLA CIVILTA’ CONTADINA

Il Museo della Civiltà Contadina a Riva di Vallarsa offre la possibilità di un percorso dentro la storia della valle e, documenta, come con lo scorrere del tempo siano mutati gli ambiti di vita, del lavoro e dell’economia. La ricostruzione, di alcuni angoli caratteristici, riportano a quando attorno al focolare si narravano le storie, il fuoco illuminava e riscaldava tutti. Nella sezione staccata l’esposizione degli attrezzi per l’attività agricola silvo-pastorale, racconta la fatica dell’uomo e, quanto esso, vivesse a contatto con la natura. www.museovallarsa.it

-

mulino03MULINO DI ARLANCH

Seguendo vari sentieri naturalistici o comodamente in auto si può raggiungere la piccola frazione di Arlanch situata sulle rive del torrente Leno, a poca distanza dal nostro albergo, per visitare il vecchio mulino del paese restaurato di recente. www.museovallarsa.it

MM

MM

sacrarioSACRARIO MILITARE DEL PASUBIO

Il massiccio del Pasubio è una delle montagne “sacre” della Grande Guerra italiana: i suoi rilievi e i suoi “denti” superano però i 2000 metri di quota e si decise quindi, fin da subito, di far sorgere l’Ossario in una zona più agevole da raggiungere e maggiormente attrezzata per ospitare le annuali commemorazioni, che generalmente si tengono la prima domenica di luglio. L’ossario, visibile anche da grande distanza, è preceduto da un vasto piazzale ove sono collocati vari pezzi d’artiglieria: si tratta di una pregevole costruzione di gusto razionalista. www.ossariodelpasubio.it

-

sancolombanoSAN COLOMBANO

L’eremo si raggiunge percorrendo a piedi un breve sentiero ed una scalinata di 102 gradini, scavati direttamente nella roccia. L’eremo di San Colombano è costruito a mezza altezza su uno strapiombo di circa 120 metri. Protetto dalle intemperie da un tetto naturale di roccia è dedicato al Santo che, secondo la leggenda, in veste di giovane cavaliere uccise il drago che provocava la morte di bambini battezzati nelle acque del sottostante torrente Leno. L’eremo sembra essere stato abitato sin dal 753; la data di costruzione della chiesetta e dell’annesso romitorio risale al X secolo.

www.visitrovereto.it

MARTROVERETO

La città di Rovereto, ad una quindicina di chilometri dal nostro albergo, è sospesa fra avanguardia e tradizione, Rovereto vi attende per un tuffo nella cultura storica e contemporanea: Mart e Casa D’Arte Futurista Depero, Museo Storico Italiano della Guerra e Campana dei Caduti, Museo Civico e Palazzo Alberti Poja.  Il cuore antico della città racchiude un museo a cielo aperto di storia medievale e veneziana. Vi consigliamo di assistere ad uno dei tanti festivalOriente Occidente, Mozart, Cinema Archeologico, Futuro Presente, Sentiero di Pace – che la città propone nel corso dell’anno.

www.mart.tn.it

NATURA

Per chi ama il trekking c’è l’imbarazzo della scelta, a piedi o con la mountain bike (messe a disposizione dall’albergo). www.prolocovallarsa.it

Escursioni facili:

copertinaSENTIERO DELLA PACE:

percorre il fronte della grande guerra, dalle fortificazioni del Monte Zugna e di Passo Buole e dal gruppo del Carega alle spettacolari Piccole Dolomiti.

Camminare fra i campi di battaglia della Grande Guerra, per non dimenticare. Il percorso completo richiede 30 giorni di cammino ed un buon allenamento. Ma se scegliete solo alcune delle 35 tappe, vi basteranno una o due giornate per immergervi in questo “pellegrinaggio” laico tra i monti Baldo e Pasubio.

Escursioni di media difficoltà:

matassone_(2)TRINCEE DI MATASSONE:

a Matassone, a meno di mezz’ora di automobile da Rovereto, sulla strada provinciale n. 89, è possibile visitare un campo trincerato.

II recente restauro della fortificazione permette di percorrere trincee, camminamenti, postazioni di mitragliatrice ed osservare, da un punto panoramico di straordinaria suggestione, la Vallarsa, lo Zugna ed il Pasubio, dove tra il 1915 e il 1918 i soldati austroungarici e italiani si scontrarono in una lotta sanguinosa e senza quartiere.

lanciaSALITA AL LANCIA:

lasciata l’auto nella località di Giazzera, si imbocca la strada forestale.

Il percorso si svolge nel bosco della Val del Cheserle.

Una volta arrivati a malga Cheserle, proseguirete lungo il sentiero 132B in direzione del Rifugio Lancia.

-

-

fioriSTRADA DEGLI EROI:

dal Passo Pian delle Fugazze potete raggiungere la cima del Pasubio, i “denti” italiano ed austro-ungarico, la conca del Lancia ed il Colsanto.

Numerose diramazioni, fra le quali anche la suggestiva Strada delle 52 Gallerie, vi conducono a rifugi e malghe con magnifici panorami.

-

Escursioni difficili:

caregaSALITA AL GRUPPO DEL CAREGA:

la salita a cima Carega, un imponente massiccio calcareo, i cui contrafforti dominano la Vallagarina sul confine meridionale del Trentino, offre agli appassionati di escursionismo grandi emozioni e soddisfazioni sia dal punto di vista paesaggistico, sia da quello fisico.

Una volta arrivati al rifugio Fraccaroli 2230 m, poco sotto la Cima Carega, potrete godere di un immenso panorama che si apre sia sul Pasubio, ma anche sull’intera vallata.

52_gallerieSENTIERO DELLE 52 GALLERIE:

questa escursione permette di percorrere un “opera” di straordinaria ingegneria militare che conduce dalla Bocchetta Campiglia alle ‘Porte del Pasubio’. Le gallerie costruite consentivano l’approvvigionamento delle truppe di stanza sul Pasubio con un arditissimo percorso al riparo dalle azioni nemiche.

La “strada storica militare delle 52 gallerie” si percorre facilmente partendo dal passo di Xomo o raggiungendo Bocchetta Campiglia, dove lascerete l’auto.

VICINO A NOI:

gardaLAGO DI GARDA

Sul Garda splende il sole d’Italia e in estate è meta di turismo nazionale e internazionale, italiani, tedeschi, olandesi, europei di ogni genere.